Punti storico artistici
Punti storico artistici


Mondo contadino, operaio e signorile a Gravellona in Lomellina
La più grande mostra sulla pittura dell’ 800 italiano
in un borgo della pianura lombarda

Dal 2012, al ritmo di una trentina di quadri all’anno, i muri delle nostre case si riempiono di riproduzioni di capolavori.
 
Nella seconda metà dell’800 fiorirono nell’Italia, da poco unificata, scuole di pittori di avanguardia che anticiparono persino gli impressionisti francesi.
Talenti straordinari restarono un po’ nell’ombra senza la vetrina commerciale parigina dei loro colleghi inseriti nei salotti “à la page”.
A loro, che ebbero il coraggio di ritrarre il mondo del lavoro, cento anni prima che diventasse “alla moda”, abbiamo messo a disposizione i muri del nostro paese d’arte.
 
Perché proprio a Gravellona?
Il paese di Gravellona Lomellina ha conservato l’impianto edilizio del suo periodo d’oro: la seconda metà dell’ ‘800 e l’inizio del ‘900.
Di questo periodo sono i suoi palazzi, i giardini signorili e la maggioranza delle sue basse case contadine ed operaie.
La vocazione agricola e l’assenza di industrie hanno contribuito a mantenerne l’aspetto di borgo mentre i piani regolatori impedivano la crescita di alti condomini.